Archivio
Archivio
 
 
 

ARCHIVIO "OPERE": STAGIONE 2014/15 - Indietro

 
La rondine Domenica 29 novembre 2015 - ore 20.00
Lunedì 30 novembre 2015 - ore 15.30
La rondine
Giacomo Puccini
Teatro Comunale "Luciano Pavarotti"

Commedia lirica in tre atti su libretto di Giuseppe Adami

Personaggi e interpreti

Magda Maria Luigia Borsi / Francesca Sassu
Lisette Lavinia Bini /Chiara Pieretti
Ruggero Salvatore Cordella / Marcello Vannucci
Prunier Francesco Marsiglia / Andrea Giovannini
Rambaldo Francesco Facini / Francesco Verna
Périchaud Andrea Zaupa
Gobin Marco Voleri
Crébillon Alessandro Calamai
Yvette Mirella Di Vita
Bianca Alessandra Meozzi
Suzy Chiara Brunello
Un maggiordomo Alessandro Bilotti

Direttore Massimiliano Stefanelli
Regia Gino Zampieri
Scene e costumi Rosanna Monti
Luci Marco Minghetti
Coreografie Giulia Menicucci
Aiuto regista Emiliana Paoli
Maestro del coro Marco Bargagna

Orchestra e Coro della Toscana

Allestimento del Teatro del Giglio di Lucca

In coproduzione con
Fondazione Teatro Comunale di Modena
Teatro Goldoni di Livorno
Fondazione Teatro di Pisa
Teatro Alighieri di Ravenna

 

Venerdì 28 novembre ore 18
INVITO ALL'OPERA

Incontro con
Oreste Bossini giornalista e collaboratore di Rai Radio 3

 

Nata da un progetto per un'operetta commissionata dal Karltheater di Vienna, La Rondine è una commedia musicale dai toni drammatici calata nel clima mondano e nei costumi sociali dei salotti borghesi di fine secolo, in un ambiente simile a quello della Bohème.
Meno nota rispetto al resto del catalogo pucciniano a causa di un'incursione in un genere insolito per l'autore e non in linea con le tensioni tragiche del coevo melodramma verista, l’opera è considerata oggi un gioiello della produzione del compositore e ha conosciuto celebri produzioni nei maggiori teatri in Italia e all'estero (si ricordano ad esempio quelle al Covent Garden di Londra nel 2002, 2005 e 2013, al Théâtre du Châtelet di Parigi, nel 2005, al Metropolitan di New York nel 2008).
L’argomento dell’opera è incentrato sulla figura di Magda de Civry. La giovane, come una rondine in fuga verso il sole, abbandona Parigi e il ricco banchiere che la mantiene per seguire Ruggero sulla Costa Azzurra, ma finirà drammaticamente per realizzare la sua incompatibilità con le aspettative ordinarie della vita familiare.
L’opera, mai rappresentata a Modena, riprende un allestimento curato dal Teatro del Giglio di Lucca e andato in scena nel 2008 per festeggiare il 150° anniversario del compositore nella sua città natale. Lo spettacolo di Gino Zampieri, di impronta tradizionale, è ambientato dalle scene di Rosanna Monti di ispirazione liberty.

“Quest’opera ci regala il trionfo del sentire comune, il valore del buon senso, il riconoscimento del principio di realtà - commenta il regista - Ma a che prezzo per Magda, la protagonista? Quello di un sacrificio immenso. Magda rinuncia senza esitare al suo grande amore perché il suo passato, la sua esperienza della vita le fanno capire senza possibilità di scampo che non c’è posto per lei nel futuro del giovane amante così dipendente dalla famiglia. E il sogno si spegne. Come tutti i sogni che inevitabilmente finiscono all’alba…”

 

Teatro Comunale Luciano Pavarotti
Fondazione Teatro Comunale Modena
Fondazione Teatro Comunale di Modena | Via del Teatro 8 - 41121 MODENA | PIVA e CF 02757090366
Tel. 059 2033020 Fax 059 2033021 | E-mail: [javascript protected email address]