Archivio
Archivio
 
 
 

ARCHIVIO "BALLETTI": STAGIONE 2014/15 - Indietro

 
ATERBALLETTO Sabato 21 marzo 2015 - ore 21.00
Domenica 22 marzo 2015 - ore 16.00
ATERBALLETTO
Lego - Vertigo - Rain Dogs
Teatro Comunale "Luciano Pavarotti"

GUARDA UN VIDEO

Lego prima assoluta
Coreografia, allestimento e costumi Giuseppe Spota
Musiche A Filetta, Ezio Bosso, Jóhann Jóhannsson
Olafur Arnalds/Nils Frahm
Luci Carlo Cerri
Video e sound design: OOOPStudio
Realizzazione costumi: Francesca Messori – Sartoria Aterballetto

Vertigo
Coreografia Mauro Bigonzetti
Musiche Dmitrij Šostakovič
Luci Carlo Cerri


Rain Dogs
Coreografia Johan Inger
Musica Tom Waits
Scene e costumi Johan Inger

Luci Peter Lundin

 

Durata spettacolo: un'ora e 40 minuti, compreso un intervallo

 

La Compagnia Aterballetto riprende con Vertigo un passo a due creato nel 2006 da Mauro Bigonzetti, per dieci anni suo direttore artistico e dal 2008 al 2012 suo coreografo principale. Il brano sfrutta la tensione espressiva dello Šostakovič romantico per concentrarsi su un’esibizione di danza pura, dove le possibilità del corpo vengono portate all’estremo, alla soglia della vertigine senza mai sfociare nell’atletismo.

Ballerino e coreografo di fama internazionale, a partire dal 1990 Johan Inger ha partecipato al Nederlands Dans Theater, compagnia diretta da Jiří Kylián fino al 2009 e di cui da allora è coreografo associato. Ha realizzato coreografie per alcune delle migliori compagnie al mondo in ambito classico contemporaneo e dal 2003 al 2009 è stato direttore del Cullberg Ballet. Rain Dogs è il titolo di un famoso album newyorkese di Tom Waits, del 1985, alla cui musica e ai cui temi esistenziali si è ispirato Inger per una coreografia creata per il Balletto di Basel e riallestita per Aterballetto nel 2013.

Già danzatore per Aterballetto e per altre compagnie internazionali, a Stoccarda e a Wiesbaden, Giuseppe Sota ha debuttato come coreografo nel 2011 e firma con Lego la sua prima creazione per Aterballetto. Il brano, a Modena in prima rappresentazione assoluta, si rifà alla città e alla sua costruzione, "mattone dopo mattone", come metafora dei legami e dei rapporti di chi la abita.

 

Teatro Comunale Luciano Pavarotti
Fondazione Teatro Comunale Modena
Fondazione Teatro Comunale di Modena | Via del Teatro 8 - 41121 MODENA | PIVA e CF 02757090366
Tel. 059 2033020 Fax 059 2033021 | E-mail: [javascript protected email address]