Archivio
Archivio
 
 
 

ARCHIVIO "BALLETTI": STAGIONE 2016/17 - Indietro

 
LO SCHIACCIANOCI Domenica 6 novembre 2016 - ore 21.00
LO SCHIACCIANOCI
Daniele Cipriani Entertainment
Teatro Comunale "Luciano Pavarotti"

IL BALLETTO

Balletto in due atti di Amedeo Amodio
da un racconto di E.T.A. Hoffmann
in occasione del 200° anniversario della pubblicazione

Musiche Pëtr Il'ič Čajkovskij
Coreografia e regia Amedeo Amodio
Scene e costumi Emanuele Luzzati
Teatro d’ombre L'Asina sull'Isola
Voce Gabriella Bartolomei

Primi ballerini ospiti Rebecca Bianchi, Alessio Rezza

Solisti e corpo di ballo
Daniele Cipriani Entertainment   

Durata dello spettacolo: 2 ore e 45 minuti, compreso un intervallo 

In scena la versione dello Schiaccianoci che Amedeo Amodio firmò nel 1989 per Aterballetto e che rappresentò una delle carte vincenti della compagnia da lui fondata e diretta. Da allora lo spettacolo è divenuto a sua volta un 'classico', ripreso, per citare le ultime edizioni, dai corpi di ballo del Teatro Massimo di Palermo (2013) e del Teatro dell'Opera di Roma (2014). Complici di una visione che rappresenta coloratissime fantasie e grottesche paure infantili, sono le scene e i costumi originali di Emanuele Luzzati, uno dei più grandi illustratori italiani, e il teatro d'ombre realizzato dalla compagnia L'Asina sull'Isola.
“Ho voluto rimanere - afferma Amedeo Amodio - il più possibile fedele al racconto originale di Hoffmann: la realtà vista con gli occhi di una bambina, Clara, che conserva il senso della “realtà magica”, il fantastico presente nella realtà quotidiana dove i confini tra il mondo dell’immaginario e la realtà di tutti i giorni sono così attenuati che, a volte, non sappiamo quale sia più vero e più concreto.”
Lo schiaccianoci che Clara riceve in dono il giorno della vigilia di Natale, diventa nel suo immaginario l'oggetto in cui riporre tutti i suoi sogni di adolescente ed è così che ha inizio il successo di questa fiaba diventata uno dei balletti più amati dal pubblico di ogni età. Tratto dal racconto noir di E.T.A. Hoffmann del 1816, mastro della letteratura romantica tedesca, il balletto andò in scena il 18 dicembre 1892 al Teatro Mariinksij di San Pietroburgo. Sull’onda del successo della Bella Addormentata, il coreografo Marius Petipa volle continuare la collaborazione con Čajkovskij al quale propose di predisporre la musica per un balletto che è divenuto da allora una delle principali fonti di ispirazione per coreografi di tutti i tempi.

 

Teatro Comunale Luciano Pavarotti
Fondazione Teatro Comunale Modena
Fondazione Teatro Comunale di Modena | Via del Teatro 8 - 41121 MODENA | PIVA e CF 02757090366
Tel. 059 2033020 Fax 059 2033021 | E-mail: [javascript protected email address]