Dentrolenote
Calendario
 
 
   
 
 

Dentro le Note

INCONTRI MUSICALI ALL'UNIVERSITA'

Dentro le note, rassegna di incontri musicali in collaborazione con l'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia si svolgerà dal 18 marzo all'8 aprile 2015 e sarà un viaggio alla ricerca di musiche o, ancor meglio, di esperienze musicali particolari e fuori dal comune.

La nuova serie di incontri darà al pubblico la possibilità di entrare nel vivo delle esecuzioni dialogando direttamente con gli interpreti, che presenteranno e approfondiranno le musiche eseguite. Nata nel 2002, la rassegna ha coinvolto nel corso degli anni il pubblico degli studenti universitari (a cui è espressamente rivolta) ai quali si sono aggiunti sempre più numerosi appassionati o semplici curiosi spinti dal desiderio di esplorare il mondo della musica e dei suoi protagonisti. Al centro dell'incontro c'è il musicista che diventa "strumento di conoscenza" della musica intesa come luogo di esperienza, sensazioni, emozioni, tradizioni spesso anche lontane dalle nostre.

 

INGRESSO LIBERO

Sala Convegni del Dipartimento di Giurisprudenza, via San Geminiano 3, Modena
Teatro Comunale L. Pavarotti, Corso Canalgrande 85, Modena

 

APPUNTAMENTI

DIVINO VIOLINO! Mercoledì 18 marzo 2015 - ore 17.30
DIVINO VIOLINO!
Janos Hasur violino
Sala Convegni del Dipartimento di Giurisprudenza, via San Geminiano 3, Modena
Più informazioni Più informazioni

Tokaji e Fuga per Violino Solo

Durata incontro musicale: un'ora e 15 minuti

 

DiVino Violino è un progetto incentrato sul connubio fra musica e letteratura. I testi provengono da La Filosofia del Vino dello scrittore e filosofo ungherese Bela Hamvas, elogio poetico dei momenti rituali della festa, della gioia e del vino, nato nell’euforia della fine della seconda guerra mondiale. In una delle vigne sulle colline a nord del Lago Balaton, Hamvas scrisse in due settimane quello che è considerato un gioiello della letteratura ungherese. “E quando sentivo che la Musa stava per lasciarmi, afferravo la caraffa di vino che era ai piedi della sedia, e bevevo un grande sorso....”.

Violinista ungherese, di formazione classica Janos Hasur si è dedicato a partire dagli anni Settanta al repertorio gitano e popolare ungherese, patrimonio musicale fra i più ricchi e stimolanti al mondo. È conosciuto in Italia per aver accompagnato per oltre dodici anni gli spettacoli teatrali di Moni Ovadia. Negli ultimi anni ha presentato Violino e Racconti e Gulash Concerto, composti di brani della musica dell’est europeo accompagnati a storie e aneddoti della cultura popolare e presentati con successo non solo in Italia ma anche in Francia, Svizzera, Austria e Belgio.

SARAH-JANE MORRIS Mercoledì 25 marzo 2015 - ore 17.00
SARAH-JANE MORRIS
Bloody Rain
Teatro Comunale "Luciano Pavarotti"
Più informazioni Più informazioni

La cantautrice inglese, accompagnata da Tony Remy alla chitarra, racconta il suo nuovo disco nell’ambito de l’Altro Suono festival 2015

Durata incontro musicale: un'ora

 

Uno dei più grandi talenti vocali degli ultimi trent’anni, la cantante inglese Sarah-Jane Morris ha attraversato, a partire dagli anni Ottanta, gli universi del pop, del soul, del jazz e del R&B con esperienze che vanno da Bertolt Brecht (L’Opera da tre Soldi), a Sanremo (con Riccardo Cocciante nel 1990, e con Fogli nel ‘91), dal mitico club londinese Ronny Scott alle vette delle classifiche internazionali con i Communards.

Una carriera eclettica che è corsa sul filo rosso di un impegno civile che ha trovato la sua compiuta realizzazione in Bloody Rain, suo dodicesimo album in studio pubblicato da Sony. I 14 brani inediti sono dedicati all’Africa, come inesauribile fonte di ispirazione musicale e come territorio di conflitti politici e sociali.

SARAH-JANE MORRISSARAH-JANE MORRIS

JOHN DE LEO Mercoledì 1 aprile 2015 - ore 17.30
JOHN DE LEO
Il grande Abarasse
Sala Convegni del Dipartimento di Giurisprudenza, via San Geminiano 3, Modena
Più informazioni Più informazioni

John De Leo voce

Franco Ranieri chitarra

Guido Facchini pianoforte, tastiera, clavietta

 

Durata incontro musicale: un'ora e 15 minuti

 

Il grande Abarasse è un concept album ambientato in un ipotetico condominio dove ogni brano corrisponde a uno dei suoi appartamenti… “La cosa certa in ogni brano – spiega John De Leo - è un’esplosione improvvisa, rappresentata sempre in modo diverso. Volevo che l’esplosione corrispondesse alla materializzazione di una deflagrazione interiore la cui miccia, in ognuno dei condomini, era in realtà già accesa”.

Il poliedrico musicista-cantante-compositore-autore De Leo è da ascriversi a pieno titolo in quella scia di grandi pionieri della strumentazione e sperimentazione della voce che gli fa raccogliere “naturalmente” l’eredità di artisti come Demetrio Stratos, Cathy Berberian e Leon Thomas. L’originalità della sua ricerca vocale-musicale e l'alchimia con cui combina musica, arte e letteratura, lo rendono un artista la cui unicità è riconosciuta in Italia e all’estero. Dagli anni '90 a oggi è stato promotore di numerosi progetti artistici e ha collaborato con Stewart Copeland, Uri Caine, Louis Andriessen, Trilok Gurtu, Stefano Benni, Banco del Mutuo Soccorso, Carlo Lucarelli, Stefano Bollani, Paolo Fresu, Danilo Rea, Roberto Gatto, Franco Battiato, Enrico Rava, Ivano Fossati, Gianluca Petrella e Alessandro Bergonzoni.

GIORDANO MONTECCHI Mercoledì 8 aprile 2015 - ore 17.30
GIORDANO MONTECCHI
Frank Zappa. Rock come prassi compositiva
Teatro Comunale "Luciano Pavarotti"
Più informazioni Più informazioni

Gianfranco Salvatore ne parla con l’autore
Con proiezioni video

 

Gruppo di Musica Contemporanea del Conservatorio “A. Boito” di Parma
direttore Danilo Grassi

Frank Zappa, brani da
The Yellow Shark
GUARDA UN VIDEO

 
Durata incontro musicale: un'ora e 20 minuti

 

A più di vent'anni dalla morte, avvenuta il 4 dicembre 1993, Frank Zappa resta, per molti versi, un musicista enigmatico. Solo di recente si è avviata una seria ricognizione musicologica, in grado di illustrare la capacità di Zappa di pensare il rock con gli strumenti compositivi della musica classico-contemporanea. Il libro di Giordano Montecchi (rivolto agli appassionati e agli studiosi sia di musica rock sia di musica contemporanea) affronta alcuni degli affascinanti meccanismi teorico-pratici della sua arte, rivelando la sorprendente originalità con cui Zappa ha creato il suo lessico musicale.

The Yellow Shark appartiene all’ultimo album pubblicato dall’artista statunitense nel 1993, poco prima della sua morte.

Giordano Montecchi, storico della musica e critico musicale insegna al Conservatorio di Parma

Gianfranco Salvatore, musicologo e critico musicale insegna all’Università del Salento.

 


 

Evento

Dentro le Note

Dentro le Note

 

Teatro Comunale Luciano Pavarotti | Calendario | Newsletter | Informazioni
Fondazione Teatro Comunale Modena
Fondazione Teatro Comunale di Modena | Via del Teatro 8 - 41121 MODENA | PIVA e CF 02757090366
Tel. 059 2033020 Fax 059 2033021 | E-mail: [javascript protected email address]

 

2010 - sito realizzato da riccardocavalieri.com