Wikiclassica
Calendario
 
 
   
 
 

Wikiclassica.mo

wikiclassica.mo presenta, per la sua quinta edizione, un programma dedicato come di consueto alla conoscenza, alla divulgazione e all’ascolto della musica classica vissute dal pubblico attraverso il racconto e la partecipazione attiva dei musicisti. I programmi sono pensati come vivace stimolo all’ascolto, affiancando all’esempio di brani noti e particolarmente accessibili a ogni tipo di pubblico, curiosità e angoli meno frequentati del repertorio. Apre la rassegna Toscanini al Conservatorio di Parma, esecuzione di brani orchestrali composti da Toscanini per i saggi finali della Regia Scuola di Musica di Parma e della sua lirica Desolazione per tenore e orchestra. Completano il programma brani di Schubert e Verdi, e un brano scritto per l’occasione da un allievo di Composizione del Conservatorio di Parma.

Nel segno di Bach propone tre gioielli del repertorio cameristico uniti dal filo rosso dell’arte contrappuntistica. A fianco di Pierpaolo Maurizi, Enrico Bronzi, uno dei più noti violoncellisti italiani e docente al Mozarteum di Salisburgo.

A seguire Camiño - in cammino per Santiago, progetto di quattro musiciste galiziane residenti a Bruxelles rivisita in chiave popolare e contemporanea un poliedrico repertorio di musica e danze spagnole e presenta l’ultimo successo discografico uscito nel 2017 per Homerecords.

In Contrappunto a due voci, il giornalista e musicologo Sandro Cappelletto, storico conduttore dei programmi classici di Rai Radio 3, racconterà al pubblico i segreti dell’Arte della fuga di Bach accompagnando le esecuzioni di Maria Perrotta, apprezzata interprete bachiana da oltre un decennio, anche per la casa discografica Decca.

A conclusione della rassegna, Debussy - preraffaellita, impressionista, simbolista, astrattista, un altro appuntamento pianistico, questa volta condotto da Piero Rattalino, didatta di fama e uno dei più prestigiosi storici del pianoforte a livello internazionale. L’incontro è dedicato a Debussy, nei 100 anni dalla morte, e al suo affascinante universo poetico e musicale, vera e propria rivoluzione sui tasti bianchi e neri a cavallo del Novecento.

La scelta degli interpreti, che accanto all’esecuzione illustrano i brani e come sono stati costruiti e concepiti dal punto di vista della forma e dello stile, vuole affiancare l’esperienza di musicisti affermati del panorama nazionale a musicisti o formazioni giovani o di recente costituzione.

Il programma della rassegna viene presentato con la collaborazione della Gioventù Musicale d’Italia, sede di Modena, nella cui stagione si inscrivono gli appuntamenti del 17 dicembre e dell’11 febbraio.

Info biglietti

 

 
 

Teatro Comunale Luciano Pavarotti | Calendario | Newsletter | Informazioni
Fondazione Teatro Comunale Modena
Fondazione Teatro Comunale di Modena | Via del Teatro 8 - 41121 MODENA | PIVA e CF 02757090366
Tel. 059 2033020 Fax 059 2033021 | E-mail: [javascript protected email address]

 

2010 - sito realizzato da riccardocavalieri.com