Balletti
Calendario
 
 
   
 
 

STAGIONE 2016/17 | MODENADANZA  -  Preludio d’autunno

 La Stagione   |  Presentazione   |  Info   |  Abbonamenti   |  Biglietti   |  Attività di Danza e Balletto
 
Nicht Schlafen Venerdì 10 marzo 2017 - ore 21.00
Nicht Schlafen
Alain Platel / les ballets C de la B
Teatro Storchi

IL BALLETTO

In collaborazione con Emilia Romagna Teatro Fondazione

Creazione 2016 per nove danzatori

Direzione Alain Platel
Composizione, direzione musicale Steven Prengels
Creato e interpretato da Bérenger Bodin, Boule Mpanya
Dario Rigaglia, David Le Borgne, Elie Tass, Ido Batash
Romain Guion, Russell Tshiebua, Samir M’Kirech

 

Drammaturgia Hildegard De Vuyst
drammaturgia musicale Jan Vandenhouwe
Assistenza artistica Quan Bui Ngoc
Assistenza alla direzione Steve De Schepper
Scene Berlinde De Bruyckere

Luci Carlo Bourguignon
Sound design Bartold Uyttersprot
Costumi Dorine Demuynck

Produzione les ballets C de la B
Coproduzione
Ruhrtriennale, La Bâtie-Festival de Genève

TorinoDanza, la Biennale de Lyon, L’Opéra de Lille
Kampnagel Hamburg, MC93 - Maison de la Culture de la Seine-Saint-Denis
Holland Festival, Ludwigsburger Schlossfestspiele, NTGent, Brisbane Festival

La nuova creazione del regista belga Alain Platel con la compagnia C de la B, da lui fondata nel 1984, utilizza come punto di partenza l’opera di Gustav Mahler. Fonte d’ispirazione dello spettacolo Nicht Schlafen, tuttavia, non è solo la musica di Mahler ma anche la sua vita e la sua particolare epoca storica: quel periodo a cavallo tra Ottocento e Novecento portatore di rapide trasformazioni sociali e preludio alla tragedia delle due guerre mondiali. Insieme al compositore Steven Prengels e al drammaturgo musicale Jan Vandenhouwe, Platel ha selezionato quasi tutte le sinfonie, manipolando la materia sonora del compositore austriaco per trasmettere l’intero spettro di emozioni evocate dalla sua musica. Strati acustici diversi che si fondono per animare la danza frenetica di nove ballerini riuniti per compiere un arcaico rituale; insieme a loro una donna, forse protagonista del rito, forse sua vittima sacrificale… Il desiderio di un’armonia perduta, sia essa quella ancestrale delle tribù primitive o quella gioiosa ed effimera della belle époque.

 

 

 

 

Balletto

Balletto

  • Il balletto

 

 

 

 

 

 

Teatro Comunale Luciano Pavarotti | Calendario | Newsletter | Informazioni
Fondazione Teatro Comunale Modena
Fondazione Teatro Comunale di Modena | Via del Teatro 8 - 41121 MODENA | PIVA e CF 02757090366
Tel. 059 2033020 Fax 059 2033021 | E-mail: [javascript protected email address]

 

2010 - sito realizzato da riccardocavalieri.com