Balletto – Danza Autunno

Duets and Solos – live streaming

domenica 06 Dicembre 2020 20:00


DUETS AND SOLOS
a cura di Daniele Cipriani

Pianoforte Beatrice Rana
Violoncello e violoncello piccolo Mario Brunello
Con la partecipazione di Massimo Spada (pianoforte)

Danzano
Sergio Bernal (già Balletto Nazionale di Spagna)
Matteo Miccini (Stuttgart Ballet)
Marijn Rademaker (già Stuttgart Ballet, Het National Ballet)
Simone Repele (già Gran Teatro di Ginevra)
Sasha Riva (già Gran Teatro di Ginevra)

Musiche
Johann Sebastian Bach – Franz Schubert – Frédéric Chopin – Camille Saint-Saëns – Rodion Shchedrin – Gaspar Cassadó – Astor Piazzola

Consulenza musicale Gastón Fournier-Facio

***Solo musica***
Sergei Rachmaninoff, Andante (dalla Sonata in Sol minore, op.19), per violoncello e pianoforte

Novembre 29 (Nuova creazione in prima assoluta)
Coreografia: Sasha Riva e Simone Repele
Danzano: Sasha Riva e Simone Repele
Musica: Frédéric Chopin
- Notturno in do minore, KK IVb Nr.8 (1837) per pianoforte
- Notturno in do minore, op.48 n°1 (1841) per pianoforte

SSSS
Coreografia: Edward Clug
Danza: Matteo Miccini
Musica: Frédéric Chopin
- Notturno in si bemolle minore, op.9 n°1 (1830-31) per pianoforte

Intermezzo e Danza Finale
Coreografia: Sergio Bernal
Danza: Sergio Bernal
Musica: Gaspar Cassadó (dalla Suite n°3 per violoncello solo, ca.1925)

***Solo musica***
Rodion Shchedrin, Quadriglia per violoncello e pianoforte
(dall’Atto II dell’opera Not Love Alone, 1961).

Folia de Caballeros
Coreografia: Sergio Bernal/Joaquín De Luz
Danzano: Sergio Bernal e Matteo Miccini
Musica: autore anonimo, Variazioni sul tema della “Follia”, trascritte da Cesare Freddi e Laura Serra per violoncello e pianoforte.

Portrait di Lili (Nuova creazione in prima assoluta)
Coreografia: Sasha Riva e Simone Repele
Danza: Sasha Riva
Musica: J.S. Bach, “Aria” (dalle Variazioni Goldberg, BWV 988 (1741-45) per pianoforte)

***Solo musica***
J.S. Bach, Ciaccona per violino eseguita al violoncello piccolo

What We’ve Been Telling You
Coreografia: Matteo Miccini e Marijn Rademaker
Danzano: Matteo Miccini e Marijn Rademaker
Musica: Franz Schubert, Fantasia in fa minore D 940 (Op. Post. 103) per pianoforte a quattro mani

Il Cigno
Coreografia: Ricardo Cue
Danza: Sergio Bernal
Musica: Camille Saint-Saëns, “Le Cygne” (da Le Carnaval des animaux, 1886) per violoncello e pianoforte

Le Grand Tango
Défilé finale di tutti i ballerini
Musica: Astor Piazzola (1983), per violoncello e pianoforte

 


Il titolo, programmato a breve termine a causa dell’emergenza sanitaria, costituisce un’occasione preziosa per assistere a una produzione che unisce interpreti di assoluto prestigio dal mondo della musica e del balletto. In scena, il violoncellista Mario Brunello e la pianista Beatrice Rana eseguiranno pagine celebri del repertorio classico, dal “Cigno” di Camille Saint-Saëns ai Notturni di Chopin, danzate da cinque primi ballerini provenienti da grandi compagnie: Sergio Bernal, dal Balletto Nazionale di Spagna, Matteo Miccini, dello Stuttgart Ballet, Marijn Rademaker, dallo Stuttgart Ballet e dal Het National Ballet, Simone Repele e Sasha Riva dal Gran Teatro di Ginevra. “Un programma speciale - spiega Daniele Cipriani, curatore dello spettacolo - in cui due arti sorelle sono congiunte e si intessono, ognuna mantenendo la propria cifra ma formando un’unica stoffa. Organizzare uno spettacolo in streaming è l’unica modalità che abbiamo, non solo di dare agli artisti la possibilità di esprimere la loro arte, ma soprattutto di permettere alla gente di abbeverarsi alla fonte di quest’arte e della bellezza in questo periodo difficile”.

 

Il programma prevede coreografie firmate da Edward Clug, Ricardo Cue e in molti casi dagli stessi danzatori, come i passi a due di Sasha Riva e Simone Repele (November 29 sui Notturni di Chopin, e Portrait di Lili sulla musica di J.S. Bach). In What We’ve Been Telling You, coreografata e interpretata dalla coppia Matteo Micini e Marijn Rademaker sulla Fantasia in fa minore di Franz Schubert per pianoforte a quattro mani, Beatrice Rana sarà affiancata dal pianista Massimo Spada. Non mancheranno momenti di sola musica, come l’Andante dalla Sonata in sol minore per violoncello e pianoforte di Rachmaninoff e la famosa Ciaccona per violoncello solo di J.S. Bach.


Con le manifestazioni in ricordo di Luciano Pavarotti e la Messa di Requiem di Donizetti del 5 settembre 2020 la Fondazione Teatro Comunale di Modena ha ripreso la propria attività di spettacolo e l’apertura al pubblico dopo l’interruzione dovuta all’emergenza sanitaria degli scorsi mesi. Le principali Stagioni di Opera, Concerti e Balletto riprendono da ottobre ma con la necessaria cautela e con tutte le precauzioni volte a garantire sicurezza sanitaria al pubblico e agli artisti.

Diverse dunque le novità con le quali il Teatro Comunale Pavarotti affronta l’autunno 2020 e che riguardano la programmazione dei prossimi mesi. Fra queste, gli spettacoli verranno programmati con una cadenza trimestrale, in modo da garantire una maggiore flessibilità nella calendarizzazione degli appuntamenti; una programmazione sull’intera stagione sarebbe infatti esposta al rischio di cancellazioni da parte degli artisti o di nuove restrizioni imposte dalle norme anti covid-19. Il teatro potrà occupare inoltre, come già avvenuto con Requiem del 5 settembre, un numero di posti sensibilmente inferiore rispetto alla consuetudine, in media circa un terzo, per consentire al pubblico la distanza di sicurezza; le rappresentazioni dei concerti sono state raddoppiate nella stessa serata per consentire una maggiore partecipazione del pubblico (alle ore 17.30 e alle ore 21); le modalità di prenotazione dei biglietti, il comportamento e la disposizione del pubblico in sala nonché l’accesso al Teatro sono stati regolati secondo le caratteristiche richieste dalle nuove misure di sicurezza. In virtù delle nuove modalità, adottate in forma provvisoria, il Teatro non sarà purtroppo in grado di attivare alcuna forma di abbonamento e prelazione per la stagione 2020-21. Agli abbonati delle stagioni 2019/20 verrà invece garantita la prelazione con conferma del posto nella successiva stagione 2021/22, che ci auguriamo di riprendere con il ritorno alla normalità.
La direzione ringrazia i tanti che hanno aderito alla campagna nazionale di rinuncia al rimborso sostenendo il Teatro Comunale. Un gesto che rappresenta un valore simbolico, oltre che materiale, e un segno di incoraggiamento per tutti i lavoratori dello spettacolo in questo momento drammatico. Grazie al contributo di #iorinuncioalrimborso il Teatro Comunale riserva, in accordo con l’Azienda Ospedaliera Universitaria e l’Ausl di Modena, un contingente di 100 posti gratuiti per le prove generali delle opere in cartellone nella stagione 2020-2021 agli operatori sanitari impegnati nell'emergenza Covid.
La vendita dei biglietti per tutta la programmazione artistica di ottobre e novembre inizierà venerdì 11 settembre.

Il cartellone che la Fondazione Teatro Comunale di Modena presenta a settembre 2020 unisce, in ottobre titoli di Opera, Concerti e Balletto. Gli spettacoli sono stati selezionati o prodotti per offrire al pubblico una qualità artistica in linea con le stagioni precedenti e al contempo per garantire sicurezza agli artisti. La scelta si è orientata di preferenza su artisti nazionali per ovviare a eventuali restrizioni imposte a tutti coloro che viaggiano da Paesi stranieri.

DANZA
Il cartellone di Danza rinnova i consueti appuntamenti autunnali che danno spazio a compagnie italiane di estrazione contemporanea. Il 7 novembre si vedrà Love Poems della Contemporary Dance Company diretta da Michele Merola, compagnia nata nel 1999, con sede a Reggio Emilia, vincitrice nel 2010 del prestigioso Premio Danza&Danza e nel 2017 del Premio Europaindanza. Love Poems è un nuovo spettacolo che presenta tre coreografie all’insegna del contemporaneo firmate da Mauro Bigonzetti, dallo spagnolo Thomas Noone e da Emanuele Soavi, coreografo italiano attivo in Germania. Preludes, il 10 novembre, riprende uno dei titoli annullati nella scorsa stagione di ModenaDanza; una nuova produzione in cui musica e danza pura si fondono per dar vita a uno spettacolo raffinato e emozionante costruito intorno ai preludi di Bach, Chopin, Debussy e Rachmaninov. Costanza Principe al pianoforte sarà in scena insieme a quattro dei ballerini più amati dal pubblico italiano: Anbeta Toromani, Letizia Giuliani, Amilcar Moret Gonzalez e Alessandro Macario. Il 12 novembre sarà la volta di Loris Petrillo, coreografo di prestigio nazionale nel contesto della danza contemporanea. Powder (polvere), il titolo in programma, è frutto di un lungo percorso creativo intrapreso a partire dal 2017 che si concretizza in un nuovo spettacolo coprodotto dal Teatro Comunale di Modena. In scena la compagnia da lui fondata, complesso che vanta vent’anni di attività con creazioni rappresentate in Italia, Germania, Panama, Romania, Giordania, Portogallo, Ungheria e Svizzera.

BIGLIETTERIA

Lunedì – mercoledì – giovedì e venerdì                                     ore 15,00 –19,00

martedì e sabato                                                                              ore 10,00–19,00

Nei giorni di spettacolo serale e per quelli domenicali, per evitare assembramenti -come da normative vigenti- la biglietteria sarà aperta solo la mattina dalle ore 10,00 alle ore 13,00.

Biglietteria telefonica: aperta negli orari di biglietteria e 2 ore prima dell’inizio degli spettacoli.

Vendita online CLICCA QUI 

Biglietteria del Teatro Comunale Luciano Pavarotti

corso Canalgrande 85, telefono 059 203 3010 – fax 059 203 3011

biglietteria@teatrocomunalemodena.it

Acquisto biglietti

Per gli spettacoli di ottobre e novembre, la vendita dei biglietti inizierà venerdì 11 settembre.

L’acquisto dei biglietti è limitato a un massimo di quattro a persona per ogni spettacolo;

in particolari occasioni può essere limitato ulteriormente

 

Modalita di Pagamento

Acquisto diretto. Acquisto e pagamento presso la biglietteria del Teatro Comunale.

Acquisto telefonico chiamando la biglietteria del Teatro Comunale: 059 203 3010, nei giorni e orari di apertura.

Il pagamento dovrà essere effettuato, entro e non oltre 5 giorni, con le seguenti modalità:

  • bonifico bancario intestato a Fondazione Teatro Comunale di Modena presso UniCredit S.p.A., Agenzia Modena Piazza Grande, cod. IBAN IT21A0200812930000003491701; dall’estero indicare anche Codice BIC SWIFT: UNCRITM1MO0.
  • conto corrente postale n. 33612797 intestato a Fondazione Teatro Comunale di Modena.

 

In entrambi i casi indicare nella causale la data dello spettacolo acquistato e il cognome utilizzato. Inviare, inoltre, copia della ricevuta di pagamento tramite fax: 059 2033011, o mail: biglietteria@teatrocomunalemodena.it.

 

Acquisto on-line con carta di credito sul sito www.teatrocomunalemodena.it oppure al sito www.vivaticket.it. Il sistema permette l’acquisto tramite la funzione della scelta automatica del posto migliore oppure della scelta manuale. L’acquisto rimane valido solo per i biglietti a prezzo intero, più commissione del 15%, ma sarà limitato ai soli posti singoli.  Per gruppi di congiunti, da due a quattro, che vogliono sedersi vicino, si consiglia di contattare la biglietteria per l’acquisto telefonico.

L’eventuale annullamento dello spettacolo dà diritto al rimborso del prezzo del biglietto, al netto dei diritti di commissione.

 

Riduzioni Biglietti

Fino a 18 anni: riduzione del 70%.

Da 19 a 27 anni: riduzione del 50%.

Da 28 a 33 anni: riduzione del 20%.

Da 65 anni in poi: riduzione del 30%.

Presentare un documento di identità.

Quintetto: Carnet di 5 titoli
Acquistando i biglietti di cinque spettacoli diversi, scelti tra quelli proposti nella programmazione di ottobre e novembre, il biglietto meno costoso verrà ridotto a €1,00. 

Abbonati Teatro Storchi e Teatro delle Passioni: riduzione del 10%.

Presentare la tessera di abbonamento.

 

Soci Coop Alleanza 3.0: riduzione del 10%.

Presentare la tessera Socio Coop

 

A Teatro con la Student Card

Gli studenti universitari iscritti a Unimore potranno usufruire, grazie allo sconto del Teatro Comunale e al finanziamento dell’Università, di una riduzione del 70% per l'acquisto dei biglietti. All'atto dell'acquisto occorre esibire la student card valida per l'anno accademico in corso. Per informazioni: 059 203 3003; 059 203 3010

 

I documenti per ottenere le riduzioni vanno esibiti sia al momento dell’acquisto che

all’ingresso in sala.

 

Le riduzioni sui biglietti non si applicano ai posti in loggione.

 

Una riduzione del 10% può essere applicata, tramite convenzione, a organizzazioni sindacali,

scuole, istituti musicali, università, istituzioni ed enti culturali, associazioni, circoli musicali e

gruppi organizzati di almeno dieci persone. Per informazioni: 059 203 3003.

 

In virtù delle nuove modalità, adottate in forma provvisoria in conseguenza delle norme anti covid, il Teatro non è purtroppo in grado di attivare alcuna forma di abbonamento o prelazione per la stagione 2020-21. Agli abbonati delle stagioni 2019/20 viene invece garantita la prelazione con conferma del posto nella successiva stagione 2021/22, che ci auguriamo di riprendere con il ritorno alla normalità.

 

Love Poems
Preludes
Intero Ridotto Ridotto fino a 18 anni - Student Card Ridotto da 19 a 27 anni Ridotto da 28 a 33 anni Ridotto da 65 anni in poi
Platea e Palco di I e II fila centrale 20,00 18,00 6,00 10,00 16,00 14,00
Palco di I e II fila laterale e III e IV centrale 17,00 15,50 5,00 8,50 13,50 12,00
Palco di III e IV fila laterale 13,00 11,50 4,00 6,50 10,50 9,00
Loggione 7,00

Quintetto: Carnet di 5 titoli
Acquistando i biglietti di cinque spettacoli diversi, scelti tra quelli proposti nella programmazione di ottobre e novembre, il biglietto meno costoso

 

Powder Intero Ridotto Ridotto fino a 18 anni - Student Card Ridotto da 19 a 27 anni Ridotto da 28 a 33 anni Ridotto da 65 anni in poi
Posto unico 15,00 13,50 4,50 7,50 12,00 10,50