Musical!

DIRTY DANCING

martedì 15 gennaio 2019 20:30


The Classical Story on Stage
di Eleanor Bergstein

Adattamento Alice Mistroni
Regia di Federico Bellone
Coreografie Gillian Bruce
Scene Roberto Comotti
Luci Valerio Tiberi
Video e proiezioni Matteo Luchinovich e Virginio Levrio
Costumi Marco Biesta e Marica D’Angelo
Audio Armando Vertullo

Produzione Show Bees
in collaborazione con Wizard Productions


Il film Dirty Dancing uscì nel 1987 con successo mondiale: un Golden Globe e un Oscar per il brano “(I've Had) The Time of My Life” con oltre 40 milioni di copie della colonna sonora. Quasi quindici anni dopo, l’autrice della storia e della sceneggiatura, Eleanor Bergstein, decide di farne una versione per il teatro in forma di musical – Dirty Dancing, The Classic Story On Stage – che debutta il 18 novembre del 2004 al Theatre Royal di Sydney, seguita da un tour nazionale in Australia e in Nuova Zelanda registrando 18 mesi di tutto esaurito. Con il successo del nuovo musical arrivano nuove produzioni straniere, prima in Germania (Amburgo al Theater Neue Flora nel marzo del 2006) poi ad ottobre nel West End di Londra all’Aldwych Theatre (incasso in prevendita di 11 milioni di sterline), ancora a Berlino (2009), in Irlanda (2011, oltre un milione di spettatori), di nuovo a Londra per un’intera stagione al Piccadilly Theatre, a Toronto, Utrecht, Boston, Chicago e, in tutto il Nord America, fino Johannesburg e Cape Town.
In Italia il titolo debutta a Milano nel 2014 (record d’incassi con oltre 115.000 presenze nei primi 3 mesi). A partire dal 2015, lo spettacolo firmato da Federico Bellone con la supervisione della stessa Eleanor Bergstein diventata subito la versione ufficiale ed internazionale del musical, in scena in Inghilterra, Germania, Spagna, Austria, Monte Carlo, Messico, Belgio, Lussemburgo e Francia. La colonna Sonora di Dirty Dancing – The Classic Story On Stage unisce musiche originali e grandi successi da Otis Redding a Gene Chandler, The Chantels, The Drifters, Marvin Gaye, Lesley Gore, Doris Troy e Django Reinhardt.

Argomento

È l’estate del 1963 e la diciasettenne Frances “Baby” Houseman sta per imparare una grande lezione di vita… oltre a qualche passo di danza. In vacanza con la sorella maggiore e i genitori, Baby non è molto entusiasta delle attività ricreative del resort, ma scopre il suo personale intrattenimento quando si imbatte negli alloggi del personale del villaggio, nel bel mezzo di una festa scatenata. Affascinata dai ritmi travolgenti, e le movenze di questi nuovi “balli proibiti”, Baby vorrebbe tanto esserne coinvolta, soprattutto dopo aver notato Johnny, il maestro di ballo. La vita di Baby sta per cambiare per sempre, con conseguenze tanto emozionanti quanto inaspettate!


Saranno tre gli spettacoli in programma quest’anno nel cartellone di Musical al Teatro Comunale Luciano Pavarotti. Si tratta di tre diverse produzioni italiane, due di commedie musicali americane di successo mondiale e una di un titolo meno noto di Kurt Weill per Broadway, in un nuovo spettacolo firmato dal Teatro Comunale. Il primo appuntamento è con Dirty Dancing (martedì 15 gennaio alle 20,30). Il film uscì nel 1987 diventando un cult movie e quasi quindici anni dopo l’autrice, Eleanor Bergstein, decise di farne una versione per il teatro in forma di commedia musicale chiamandola Dirty Dancing, The Classic Story On Stage. Debuttò il 18 novembre del 2004 al Theatre Royal di Sydney, seguita da un tour nazionale e quindi da nuove produzioni straniere, prima in Germania, poi nel West End di Londra, all’Aldwych Theatre, con incassi da record, e ancora a Berlino, in Irlanda, a Londra per un’intera stagione al Piccadilly Theatre, a Toronto, Utrecht, Boston, Chicago e in tutto il Nord America, fino a Johannesburg e Cape Town. Lo spettacolo italiano è nato nel 2015 dalla regia di Federico Bellone con la supervisione della stessa Eleanor Bergstein diventando subito la versione ufficiale ed internazionale dello spettacolo, per l’Inghilterra, la Germania, la Spagna, Austria, Monte Carlo, Messico, Belgio e Lussemburgo. Il 20 marzo si vedrà La Famiglia Addams in una nuova produzione firmata con successo dal regista Claudio Insegno nel 2018 per il Teatro Nuovo di Milano. Il titolo debuttò a Broadway nel marzo del 2010 con oltre 700 rappresentazioni nel primo anno e mezzo. La commedia musicale è tratta, con musica di Andrew Lippa e libretto di Marshall Brickman e Rick Elice, dai personaggi disegnati con macabra ironia nel fumetto che Charles Addams pubblicò a partire dal 1938, in gran parte sulla rivista The New Yorker. Sebbene esistessero numerosi adattamenti televisivi e cinematografici del fumetto, il musical fu la prima volta dei personaggi sul palcoscenico. Nel 2011 il musical iniziò il primo tour americano ottenendo numerosi premi nazionali. A partire dal 2012 diventò un successo mondiale con nuove produzioni in Brasile e Svezia. Nel solo 2013 viene ripreso in Australia, Argentina, Finlandia, Perù e Filippine.

La rassegna modenese si concluderà il 16 aprile con la prima italiana di Johnny Johnson, commedia su libretto di Paul Green e musica di Kurt Weill, il mitico compositore di Bertolt Brecht e dell’Opera da tre soldi. Johnny Johnson è un’opera fra il sarcastico e il sentimentale dedicata all’intervento americano nella Grande Guerra e qui nella sua prima produzione italiana realizzata dal Teatro di Modena in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano per la revisione di Roberto Polastri e con gli allievi attori della scuola di teatro Alessandra Galante Garrone. Costretto ad abbandonare la sua Germania per sfuggire al nazismo, dopo un breve periodo parigino e londinese Kurt Weill si trasferì a New York dove si confrontò con il mondo di Broadway, che negli anni lo porterà a comporre alcuni capolavori come Street Scene e Lost in the Stars. Da poco arrivato a New York, il musicista ricevette, nel 1936, la richiesta di scrivere un nuovo musical dal Group Theatre, un collettivo teatrale particolarmente sensibile ai temi politico sociali. La produzione per Broadway debuttò al 44th Street Theatre, poi, nel 1956, a Carnegie Hall.

MODALITA DI PAGAMENTO
> Acquisto diretto. Acquisto e pagamento presso la biglietteria del Teatro Comunale.
> Acquisto telefonico. Acquisto dell’abbonamento o del singolo spettacolo e del posto telefonando alla biglietteria del Teatro Comunale: 059 203 3010, nei giorni e orari di apertura.

Il pagamento dovrà essere effettuato, entro e non oltre 5 giorni, con le seguenti modalità:

  • bonifico bancario intestato a Fondazione Teatro Comunale di Modena presso UniCredit S.p.A., Agenzia Modena Piazza Grande, cod. IBAN IT21A0200812930000003491701; dall’estero indicare anche Codice BIC SWIFT: UNCRITM1MO0.
  • conto corrente postale n. 33612797 intestato a Fondazione Teatro Comunale di Modena.

In entrambi i casi indicare nella causale l’abbonamento o lo spettacolo acquistato e il cognome utilizzato. Inviare, inoltre, copia della ricevuta di pagamento tramite fax (059 2033011) o mail (biglietteria@teatrocomunalemodena.it).

>Acquisto on-line (valido solo per i biglietti) con carta di credito. Collegamento al sito del Teatro www.teatrocomunalemodena.it oppure al sito www.vivaticket.it, per l’acquisto con il sistema della scelta automatica del posto migliore oppure della scelta manuale. L’acquisto è valido solo per i biglietti a prezzo intero, più commissione del 15%. L’eventuale annullamento dello spettacolo dà diritto al rimborso del prezzo del biglietto, al netto dei diritti di commissione.

L’importo degli abbonamenti deve essere versato per intero all’atto dell’acquisto.
L’acquisto dei biglietti è limitato a un massimo di quattro;
in particolari occasioni può essere limitato ulteriormente.

AVVERTENZE PER IL PUBBLICO

 

  • I biglietti e gli abbonamenti, essendo titoli fiscali, potranno essere sostituiti o annullati solo il giorno stesso dell’acquisto.
    • I biglietti e gli abbonamenti non sono duplicabili, pertanto in caso di smarrimento o dimenticanza:
    - l’abbonamento dovrà essere sostituito con un biglietto del costo di 1 euro.
    - il biglietto, in assenza di una qualunque attestazione dell’avvenuto pagamento, dovrà essere nuovamente acquistato.
    • Le persone con difficoltà motorie - e gli eventuali accompagnatori - potranno acquistare abbonamenti o biglietti esclusivamente nei posti che possano soddisfare le esigenze di sicurezza sia loro personali che della
    struttura. Per ogni necessità di accompagnamento e di assistenza e per informazioni, le persone interessate possono rivolgersi al personale di sala e al personale del Teatro. L’accesso alla platea è facilitato da scivoli.
    • Lo spettatore deve essere munito di biglietto o abbonamento da esibire su richiesta del personale di sala addetto al controllo, unitamente al documento attestante l’eventuale riduzione ed è tenuto a occupare il posto assegnato.
    • La Direzione si riserva la possibilità di effettuare spostamenti dei posti già assegnati per esigenze tecniche connesse con la realizzazione dello spettacolo.
    • A spettacolo iniziato non è consentito l’accesso alla platea: coloro che giungono in ritardo sono invitati a rivolgersi al personale di sala.
    • Per motivi di sicurezza è obbligatorio depositare in guardaroba oggetti ingombranti (ombrelli, zaini, passeggini, valige, ecc). È altresì opportuno depositare in guardaroba soprabiti, cappotti e cappelli.
    • Il pubblico è invitato a spegnere i telefoni cellulari prima dell’inizio dello spettacolo per non arrecare disturbo agli spettatori e agli artisti.
    • Tutte le consumazioni dovranno essere effettuate esclusivamente presso il bar del Teatro.
    • È severamente vietato scattare fotografie con qualsiasi mezzo e/o effettuare registrazioni audio/video.
    La Direzione si riserva di apportare ai programmi eventuali modifiche
    che si rendessero necessarie per cause di forza maggiore.

 

 

BIGLIETTERIA

Corso Canalgrande 85, telefono 059 203 3010 – fax 059 203 3011
biglietteria@teatrocomunalemodena.it

Orari:
martedì 10 - 19
mercoledì, giovedì e venerdì 16 - 19
sabato 10 - 14 / 16 - 19
In coincidenza degli spettacoli la biglietteria è aperta fino a inizio spettacolo.

Acquisto telefonico:
da lunedì a venerdì 10.30 – 13.30, telefono 059 203 3010

Informazioni e biglietti online:
www.teatrocomunalemodena.it
www.vivaticket.it

 

 

Gli abbonamenti ai tre spettacoli sono in vendita da sabato 24 novembre

Riduzioni
Aderenti alle Associazioni ACLI, ACSI, AICS, ARCI, ENDAS, FAI- Fondo Ambiente Italiano, TOURING CLUB ITALIANO:
riduzione del 10% (Presentare la tessera dell’associazione)

Per le modalità di acquisto vedi "informazioni"

I biglietti sono in vendita da martedì 18 dicembre

Riduzioni
Abbonati Teatro Storchi e Teatro delle Passioni:
riduzione del 10%
Presentare la tessera di abbonamento.

Soci Coop Alleanza 3.0: riduzione del 10%
Presentare la tessera Socio Coop

I documenti per ottenere le riduzioni vanno esibiti sia al momento dell’acquisto che
all’ingresso in sala.
Le riduzioni su abbonamenti e biglietti non si applicano all’ingresso ai palchi laterali di III e IV
fila e ai posti in loggione.

La riduzione del 10% può essere applicata, tramite convenzione, a organizzazioni sindacali,
scuole, istituti musicali, università, istituzioni ed enti culturali, associazioni, circoli musicali e
gruppi organizzati di almeno dieci persone. Per informazioni: telefono 059 203 3003.

Per le modalità di acquisto vedi informazioni