L’Altro Suono

ELEMENTS TRIO

venerdì 17 maggio 2019 20:30
presso Chiesa di San Barnaba – Modena


PRIMA EUROPEA

Kala Ramnath violin, voce
George Brooks sax soprano
Gwyneth Wentink arpa

Fondazione Teatro Comunale di Modena
in collaborazione con AngelicA

 


Elements Trio unisce il talento originale del sassofonista e compositore americano George Brooks, della violinista indiana Kala Ramnath e dell’arpista olandese Gwyneth Wentink.

Il Trio, unico e avventuroso nel suo progetto musicale, combina generi e pratiche diverse traendo ispirazione da un ampio spettro di patrimoni musicali. Composizioni innovative ispirate ai raga, alla musica minimalista e al jazz uniscono tradizione classica e improvvisazione europea, indiana e statunitense, aprendo nuovi orizzonti per una musica da camera globale.

Dopo l’esordio di Elements Trio, con il primo CD uscito nel 2012, il gruppo si è esibito con successo a Chicago, Los Angeles e San Francisco. Da allora, ha dato vita a un progetto musicale che si definisce "Alchimia della felicità".

Discendente da una prestigiosa stirpe di musicisti da sette generazioni, Kala Ramnath, con il suo ‘Singing Violin’ (violino cantante) è considerata la principale violinista Hindustani del nostro tempo. Si è esibita a Carnegie Hall, Queen Elizabeth Hall, Sydney Opera House, Theatre de la Ville di Parigi e Palais des Beaux Arts. George Brooks è un sassofonista noto per aver unito jazz e musica classica indiana. Vanta concerti in Europa, Asia e Nord America con i maggiori musicisti indiani fra i quali Hariprasad Chaurasia, U Srinivas, Trilok Gurtu, Shujaat Khan e Shankar Mahadevan, e con artisti jazz, blues e pop come John McLaughlin, Jaki Byard e Etta James; lunga è la sua collaborazione con Terry Riley.

Concertista di prestigio internazionale, Gwyneth Wentink è stata ospite di teatri quali Carnegie Hall e Lincoln Center di New York, Royal Albert Hall e Royal Opera Hall di London e Konzerthaus di Berlin. Alcuni dei maggiori compositori hanno scritto musica per lei, come Theo Loevendie e Marius Flothuis.


Si svolgerà dal 10 marzo al 18 maggio l’edizione 2019 de l’Altro Suono Festival con un cartellone di concerti dedicato, come di consueto, alla musica di confine attraverso generi musicali diversi. Il festival è anche quest’anno l’occasione per il Teatro di attivare collaborazioni e sinergie con istituzioni musicali cittadine e regionali, quali AngelicA, Emilia-Romagna Festival, il Centro Musica, progetto regionale in capo al Comune di Modena, l’Istituto Musicale Vecchi-Tonelli e, per quanto riguarda la rassegna Dentro le Note, con l’Università di Modena e Reggio Emilia. Nel nuovo programma del festival si ascolteranno il liscio emiliano romagnolo in versione punk di Mirco Mariani; la personale interpretazione della musica portoghese di Teresa Salgueiro, ex cantante dei Madredeus; la cornamusa elettronica di Hevia, protagonista spagnolo della world music con milioni di dischi venduti nel mondo; la quarta edizione del talent Rock all Opera, che porta in palcoscenico un progetto selezionato fra i gruppi emergenti della nostra regione; la musica da camera globale di Elements Trio, fra jazz e musica indiana; e un omaggio a Ornette Coleman di Jamaaladeen Tacuma, bassista americano e storico collaboratore dell’icona del free jazz.

Ospiti di Dentro le Note, la rassegna di incontri musicali che si tiene ogni anno all’Università di Modena (Via San Geminiano 3, a ingresso libero), saranno musicisti d’eccezione del cantautorato della nostra Regione: Nevruz (27 marzo), giovane cantautore cresciuto nella Bassa modenese che si è mosso con generosa curiosità in un campo che va dalla vocalità di ricerca al jazz; I Modena City Ramblers (3 aprile), band che ha segnato un pezzo di storia della canzone italiana con l’inconfondibile stile che unisce folk, rock e punk; e Dente (10 aprile), autore nato a Fidenza che ha raggiunto l’amore del grande pubblico attraverso un personalissimo linguaggio pop dai tratti essenziali e ricercati.

 

Il primo appuntamento del Festival l’Altro Suono sarà con ExtraLiscio (10 marzo), un trascinante progetto di rielaborazione sonora della musica ballabile emiliano-romagnola ideato da Mirco Mariani insieme a Moreno ‘il Biondo’ e affiancato dalle ironiche riflessioni filosofiche dello scrittore Ermanno Cavazzoni. Teresa Salgueiro (9 aprile), cantante icona della musica portoghese, già protagonista del film Lisbon Story di Wim Wenders, sarà a Modena per il suo nuovo tour mondiale con un repertorio di canzoni originali, arrangiamenti di brani tradizionali e grandi successi dei Madredeus.

Hevia farà ascoltare con la sua band (10 maggio) il suo ultimo progetto, Al Son Del Indianu, un percorso di riscoperta attraverso l'America latina alla ricerca delle tradizioni asturiane giunte a Santo Domingo e Cuba attraverso l’immigrazione spagnola.

Il 13 maggio alle 20.30 si vedrà la nuova Opera Rock, concept album in forma semiscenica prodotto da Teatro Comunale e Centro Musica di Modena con talenti emergenti vincitori del concorso regionale giunto alla sua quarta edizione.

Elements Trio (17 maggio, Chiesa di San Barnaba) unisce il talento originale del sassofonista e compositore americano George Brooks, della violinista indiana Kala Ramnath e dell’arpista olandese Gwyneth Wentink. Il Trio, unico e avventuroso nel suo progetto musicale, combina generi e pratiche diverse traendo ispirazione da un ampio spettro di patrimoni musicali, dal raga indiano, alla musica minimalista, al jazz nella costante ricerca di una “Alchimia della felicità”.

Arrangiatore, produttore, bassista e instancabile innovatore nato a Philadelphia, Jamaaladeen Tacuma è stato negli anni Settanta membro di Prime Time, la band elettronica di Ornette Coleman e sarà ospite per una residenza artistica presso la Torre_71MusicHub del Centro Musica di Modena dal 13 al 17 maggio. Al termine di un workshop con giovani musicisti, il jazzista americano presenterà, il 18 maggio (Auditorium Marco Biagi), una jazz-opera in collaborazione con il Teatro Comunale e l’Istituto Musicale Vecchi-Tonelli per la direzione di Marco Visconti-Prasca.

Abbonamenti:
- da sabato 16 a venerdì 22 febbraio per gli abbonati a l’Altro Suono festival 2018 (il rinnovo può avvenire anche tramite prenotazione telefonica o via e mail);
- da sabato 23 febbraio anche per i nuovi abbonati.
Biglietti da martedì 26 febbraio

Biglietteria
corso Canalgrande 85, telefono 059 203 3010
e mail biglietteria@teatrocomunalemodena.it
Orari: martedì 10 – 19, mercoledì, giovedì e venerdì 16 – 19, sabato 10 - 14 / 16 – 19.

Acquisto telefonico abbonamenti e biglietti:
da lunedì a venerdì 10.30 – 13.30, tel 059 203 3010
Acquisto biglietti online : www.teatrocomunalemodena.it

 

Prelazione: da sabato 16 a sabato 23 febbraio per gli abbonati a l’Altro Suono festival 2018;
Nuovi abbonamenti: da sabato 23 febbraio.

ABBONAMENTO A 6 CONCERTI 

Domenica 10 marzo ore 18
Ermanno Cavazzoni&Extraliscio

Martedì 9 aprile ore 20,30
Teresa Salgueiro

Venerdì 10 maggio ore 20,30
Hevia

Lunedì 13 maggio ore 20.30
Rock all Opera

Venerdì 17 maggio ore 20,30
Chiesa di San Barnaba
Elements Trio

Sabato 18 maggio ore 20,30
Auditorium Marco Biagi
For the Love of Ornette

Prezzi dell’abbonamento    Intero Ridotto Ridotto fino a 27 anni   Ridotto da 65 anni in poi  
Posto unico

 

80,00 72,00 40,00 56,00
Abbonamento Student Card 20,00

In vendita da martedì 26 febbraio

Hevia

 

Intero Ridotto Ridotto under 27

e over 65

   
Posto unico 30,00 27,00 21,00

 

Teresa Salgueiro

 

Elements Trio

(Chiesa di San Barnaba)

 

Intero Ridotto Ridotto under 27

e over 65

   
Posto unico 20,00 18,00 14,00

 

Ermanno Cavazzoni & Extraliscio

 

Intero Ridotto Ridotto under 27

e over 65

   
Posto unico 15,00 13,50 10,50

 

Rock all Opera

 

For the Love of Ornette

(Auditorium Marco Biagi)

 

Intero Ridotto under 27

e over 65

   
Posto unico 10,00 7,00