Wikiclassica.mo

TOSCANINI AL CONSERVATORIO DI PARMA

sabato 04 Novembre 2017 17:00


ORCHESTRA DEL CONSERVATORIO

“ARRIGO BOITO” DI PARMA

In collaborazione con Conservatorio "Lucio Campiani" di Mantova
"Giuseppe Nicolini" di Piacenza e ISSM "Orazio Vecchi" di Modena
e Achille Peri" di Reggio Emilia

Woong Cha direttore
(vincitore secondo premio - primo non assegnato - del X Concorso Internazionale
di Direzione d’Orchestra "Arturo Toscanini" 2017)

Presentazione di Carlo Lo Presti 
Toscanini si diploma in Composizione

ARTURO TOSCANINI

Andante in Mib (anno scolastico 1883-84)*
Scherzo in Sol minore
(anno scolastico 1883-84)*
Ouverture in Sol
(anno scolastico 1884-85)*
Desolazione
per tenore e orchestra** Tenore Ha Taesun

GIUSEPPE VERDI

Introduzione al Terzetto dai Lombardi alla prima crociata
(con cadenze solistiche composte da Toscanini per Enrico Polo nell'autunno 1887)***
Violino solista
Luca Fanfoni
Allievo dei corsi di Composizione del Conservatorio di Parma

DANIEL ESPEN

 Danza alla sorgente della vita

FRANZ SCHUBERT

Sinfonia D 759 Incompiuta
Allegro moderato
Andante con moto

 

* Trascrizione dal manoscritto ed edizione a cura di Gabriele Mendolicchio

 ** Trascrizione dal manoscritto ed edizione a cura di Francesco De Mattia

*** Versione per archi di Giovanni Veneri 2012

 

Nato a Parma il 25 marzo 1867, a nove anni Toscanini entrò con una borsa di studio nel collegio della Regia Scuola di Musica, l’attuale Conservatorio, diplomandosi nel 1885 in violoncello e composizione. La sua avventurosa carriera musicale lo portò, non solo a diventare uno dei più celebrati interpreti del repertorio sinfonico e operistico, ma ad attuare, come direttore teatrale, alcune delle innovazioni tutt’ora in corso nei teatri d’opera.

L’Orchestra del Conservatorio di Parma, in occasione del 150 anni dalla nascita, presenta le composizioni orchestrali che Toscanini scrisse per i saggi e le prove del diploma. Furono anche i primi brani che diresse, secondo la prassi comune dei saggi pubblici degli allievi. I brani mostrano non solo il talento e la padronanza musicale che Toscanini mise in seguito a servizio della direzione d’orchestra, ma anche i gusti e le tendenze musicali in uso delle scuole di musica al tempo della sua formazione.

Ospite del concerto il violinista Luca Fanfoni, docente al Conservatorio di Parma e violinista di prestigio nazionale.

 

 





wikiclassica.mo presenta, per la sua settima edizione, un programma dedicato come di consueto alla conoscenza, alla divulgazione e all’ascolto della musica classica vissute dal pubblico attraverso il racconto e la partecipazione
attiva di musicisti ed esperti. I programmi sono pensati come vivace stimolo all’ascolto attraverso l’esempio di programmi rivolti a ogni tipo di pubblico. La rassegna, realizzata in collaborazione con la Gioventù Musicale di Modena,  presenta una serie di incontri a carattere divulgativo che danno al pubblico l’opportunità di conoscere in modo stimolante e innovativo aspetti particolari del repertorio classico.
È il caso di Carnevale degli Animali, partitura di Camille Saint-Saëns divenuta celebre per i suoi toni umoristici e canzonatori e per una galleria di personaggi e delle loro caratteristiche descritte in modo ironico da musiche
originali e citazioni parodiate di motivi celebri dell’epoca. Servendosi delle illustrazioni di Roberta Angaramo e della voce di Andrea Acciai, Orchestra Senzaspine reinterpreta questo classico restituendo ancora una volta i colori e la
giocosità carnascialesca del divertito Saint- Saëns. L’appuntamento successivo vede protagonisti tre musicisti di prestigio internazionale, Francesca Dego, Martin Owen e Maria Perrotta impegnati in un programma incentrato sulla
musica, sull’eredità e sulle sonorità di Johannes Brahms a partire dal suo Trio per violino, corno e pianoforte op. 40. Chiude la rassegna Melancholia, percorso musicale affascinante
e intenso che Ramin Bahrami esegue in concerto con la complicità del giornalista e produttore discografico Alberto Spano in un vero e proprio dialogo a due sul palco. Nel nome di uno dei temi più cari alla storia della
musica e della cultura occidentale, lo spettacolo guiderà il pubblico nell’ascolto di immortali pagine scelte fra quelle dei più grandi compositori, da Domenico Scarlatti a Ravel, attraverso Bach, Chopin, Cˇ ajkovskij, Grieg, Debussy
e tanti altri.

[embed]https://www.youtube.com/watch?time_continue=215&v=8VRXJfkHXwE[/embed]

I biglietti per i 3 appuntamenti di wikiclassica.mo sono in vendita da venerdì 29 ottobre

  • Acquisto diretto. Acquisto e pagamento presso la biglietteria del Teatro Comunale.
  • Acquisto telefonico. Scelta del concerto telefonando alla biglietteria del Teatro Comunale:

da lunedì a venerdì 10.30 -13.30, telefono 059 203 3010. Il pagamento dovrà essere effettuato, entro e non oltre 5 giorni, con le seguenti modalità:
_ bonifico bancario intestato a Fondazione Teatro Comunale di Modena presso UniCredit S.p.A., Agenzia Modena Piazza Grande, cod. IBAN: IT21A0200812930000003491701;
dall’estero indicare anche Codice BIC SWIFT: UNCRITM1MO0
_ conto corrente postale n. 33612797 intestato a Fondazione Teatro Comunale di Modena.
In entrambi i casi indicare nella causale la data del concerto acquistato e il cognome utilizzato. Inviare, inoltre, copia della ricevuta di pagamento tramite fax (059 2033011) o mail (biglietteria@teatrocomunalemodena.it).

  • Acquisto on-line con carta di credito. Collegamento al sito del Teatro teatrocomunalemodena.it oppure al sito www.vivaticket.it, per l’acquisto con il sistema della scelta automatica del posto migliore oppure scelta manuale. L’acquisto è valido solo per i biglietti a prezzo intero, più commissione del 15%. L’eventuale annullamento dello spettacolo dà diritto al rimborso del prezzo del biglietto, al netto dei diritti di commissione. L’acquisto dei biglietti è limitato a un massimo di quattro a persona; in particolari occasioni può essere limitato ulteriormente.

Prezzo dei biglietti

Il Carnevale degli Animali (10 novembre)

Posto unico
intero €10,00
ridotto fi no a 27 anni € 5,00
ridotto da 65 anni in poi € 7,00

Hommage À Brahms (26 gennaio)
e
Melancholia (22 marzo)

Posto unico
intero €10,00
ridotto fino a 27 anni € 5,00
ridotto da 65 anni in poi e Soci GMI 2019 o 2020 € 7,00
Abbonati alla Stagione 2018-2019 della GMI € 1,00
(Per informazioni abbonati GMI: info@gmimo.it - tel. 331 3345868)